Della serie: come installare una web radio quando i familiari dormono... - SteLampi Blog

October 9, 2011

Della serie: come installare una web radio quando i familiari dormono...

Una Domenica di settembre. Sono le 14.30. Alla tv serpeggia il gran premio di F1 notturno (a Singapore?... forse, non so...).
La figlia dorme, riposino pomeridiano.
La moglie si è appena addormentata sul divano...

Che faccio???
Ovvio...
Metto su una Web Radio su questa bella installazione di ubuntu 8.04 LTS che ho sul mio vecchio portatile.
Mi direte voi: "ma non hai di meglio da fare?"... "No!!!..." vi risponderò io.
oppure vi chiederete: "ma non può installarla su una versione di S.O. più recente"...

In realtà la versione di sistema operativo è già troppo recente o pesante rispetto alla configurazione che volevo adottare.
L'obiettivo sarebbe quello di mettere su una web radio casalinga (considerando i limiti imposti dalla legge) su un pc leggero e di basso consumo in modo da tenerlo acceso sempre e non far correre troppo i Kwh della bolletta.

Ma torniamo a noi:

Cerco un po' su Internet gli strumenti che possono andare bene per la distribuzione di linux suddetta.
Mi vengono evidenziati i seguenti:
- Internet DJ Console: per la riproduzione dei file musicali;
- Icecast 2: per la diffusione on line.


Argomento a parte sarà poi la pubblicazione su un ip fisso che vedremo in un'altra occasione.

Vai con la to do list:


1) Installo Internet DJ Console attraverso "add/remove applications";
2) lancio il programma appoggiandomi alla configurazione di default;
3) carico i file musicale che voglio trasmettere;
4) clicco sul pulsante server;
5) nella finestra nuova dopo aver cambiato eventuali settaggi (non so approfondirli adesso) clicco su "server connect";

6) installo Icecast 2;
- lanciare il seguente comando da una shell:
sudo apt-get install icecast2

7) configuro il file di configurazione /etc/icecast2/icecast.xml utilizzando un editor qualunque(ad esempio gedit)
. se non funzionasse provate utilizzando il comando "sudo" in questo modo:
sudo gedit /etc/icecast2/icecast.xml
. se ci fossero problemi con i permessi di lettura nall'accesso alla cartella /etc/icecast2/ cambiate i privilegi per il proprio utente inserendolo nel gruppo di icecast con il seguente comando:
sudo gpasswd -a nomeProprioUtente icecast (fate poi la re-login sul sistema operativo).
Nel file di configurazione usualmente è necessario variare il puntamento alle cartelle che non esistono come ad esempio quella per il logging delle attività che si può far puntare alla cartella /tmp.
In tale file è poi possibile configurare:
- utente e password di connessione alla sezione di amministrazione su web;
- hostname di rete e relativa porta (per la connessione in locale sarà localhost);
- altre impostazione che per la nostra prova sono superflue;
8) lancio il demone (uh che paura!!!) con questo comando: icecast2 -c /etc/icecast2/icecast.xml

9) verifico se si riesce a connettersi via browser al servizio (configurato prima su icecast.xml) http://localhost:8000
che dovrebbe mostrare la pagina di pubblicazione da cui poi ascolterò i pezzi musicali trasmessi.
10) il browser dovrebbe permettere la visualizzazione del plugin di riproduzione se vado al link seguente http://127.0.0.1:8000/listen

Per questa volta è tutto... nel prossimo numero spero di aver completato il progetto così da presentarvi la conclusione.

Stelampi
°°°°°°°°
Posted 6 years, 5 months ago on October 9, 2011
The trackback url for this post is http://stelampi.altervista.org/blog/bblog/trackback.php/56/

Comments have now been turned off for this post